Abonare Newsletter
Retele Sociale

Parteneri de proiecte

 

 

 

        GARA DE NORD

 

Parteneri Media

alt

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

alt

 

alt

 

 

 

alt

 

alt

 

Avem 90 vizitatori online

Al 50-lea Congres Mondial FIJET (The 50th FIJET World Congress) in presa straina

“Per Most na Soci?”, chiediamo direttamente in italiano, ormai ben abituati, come siamo venendo da Sud-Ovest, ad usarlo tranquillamente, qui in Slovenia, per dialogare. Indifferentemente, anzi spesso da molti anche meglio accolto, rispetto all’universale, pure qui di diffusissima conoscenza popolare, esperanto anglosassone.

“Questa è Most na Soci”, ci risponde, con una cadenza ben più austro-ungarica, l’esile, attempato, evidentemente unico gestore della stazione di servizio posizionata, insieme ad uno sparuto gruppo di case, presso un brusco crocevia di strade di montagna. L’intrinseca severità fonetica di pronuncia del nostro primo interlocutore del posto lasciando in qualche modo intendere una sua, forse inesistente, in ogni caso non più che accennata, sfumatura di rimprovero per quell’invero un po’ bonariamente rilassato senso dell’orientamento dimostrato, nel tono sobrio di quelle tre parole di quell suo un po’ contratto, difficilmente più ermetico benvenuto.

Non ce ne vogliano, comunque, tutti gli altri, diversi, e, poi scopriremo, molto accoglienti abitanti di questo compatto, quanto naturalisticamente e viariamente rilevante, villaggio montano nel cuore dei complessi montuosi del centro-Nord della Slovenia, ma, a causa di un’endemica carenza di indicazioni, non solo turistiche ma anche ordinariamente stradali, unita all’alquanto nebbiosa giornata, che lasciava poco risolvibili I contorni del paesaggio e dell’abitato, accorgersi di essere arrivati nel loro paese non era, in tali condizioni, impresa facile per chiunque.

Citeste continuarea pe bonelliconsulting.com